Le tangenti nel settore privato

http://italians.corriere.it/2014/06/19/aziende-le-tangenti-nel-settore-privato/

Caro Beppe, si è parlato molto del malcostume italico della tangente pagata da un imprenditore a un politico per vincere una gara di fornitura di un’opera o di un servizio. Io vorrei parlare di quelle nel settore privato. Come consulente di aziende mi trovo qualche volta di fronte a imprenditori che mi dicono di aver preclusa per tale ragione una parte del mercato e di potenziali aziende clienti. La notizia buona è che l’imprenditore che seguo quasi mai accetta di pagare al responsabile acquisti la prebenda richiestagli. Sapendo che di fronte a queste richieste, il mio cliente semplicemente “rinuncia, ma non denuncia”, la domanda che ho posto ultimamente all’imprenditore è: “ma non vorresti che un imprenditore tuo fornitore ti dicesse che il tuo responsabile acquisti ti ruba dei soldi per favorire questo o quel fornitore?”. C’è spesso la convinzione che non si tratti poi di un reato, ma non è così. E’ una truffa. E’ la cultura dell’appropriazione indebita, e dell’arricchimento con ogni mezzo, della scorrettezza, della non trasparenza. Per consolare il mio cliente scorato – queste cose in tempo di crisi pesano ancora di più – mi sono ispirato al Tuo intervento dedicato ai giovani candidati ai colloqui sulle aziende in cui è meglio non lavorare per come trattano i candidati stessi. Quelle aziende se abbandonate da fornitori e collaboratori onesti, coscienziosi nel proprio lavoro e corretti, finiranno prima o poi di far danni in giro. Spero che se pubblicherai questo intervento sempre più imprenditori avranno il coraggio di avvisare altri imprenditori di questo malaffare, di certe aziende con “codice etico” che poi finiscono sui giornali per note truffe, e magari i collaboratori di certe aziende “note” di far sapere in giro di certe prepotenze subite. Ne avremo tutti da guadagnarci e la cultura della legalità inizia proprio da queste cose.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s