Turchia: non delusione. Disillusione.

http://italians.corriere.it/2015/04/17/turchia-non-delusione-disillusione/

Caro Beppe, riguardo alla Turchia, non capisco quale sia la delusione di cui parli, forse c’è solo in chi si era illuso, questo sentimento ora più disincantato. In primo luogo le istituzioni comunitarie (“La categoria della delusione” – http://bit.ly/1JMmAle ). Io sono europeista al 101%: ma proprio per questo so riconoscere in pochi istanti ciò che può essere patrimonio comune, e qui c’è molto poco. E’ uno stato laico rispetto agli altri stati islamici? Ma non si tratta di popolazioni arabe, il paragone non regge. A delusione preferisco disillusione come termine, quando si tratta come in questi casi di fare i conti non tanto con la realtà, ma con una visione idealista del mondo. Si tratta senz’altro di un Paese vicino alla cultura europea storicamente, ma pensare che avrebbe abbracciato baldanzosamente i parametri “occidentali” sui diritti civili delle minoranze (gay perseguitati, donna ritenuta inferiore, altre religioni malamente tollerate) e umani è stata la grande baggianata degli eurocrati. E’ un Paese in crescita verticale economicamente, e si spera che la crescita del tenore di vita e la modernità porteranno le prossime generazioni a riconsiderare la propria scelta di dare una maggioranza assoluta a un Erdogan che, pur eletto democraticamente, apre e chiude i giornali a suo piacimento, arresta oppositori politici, oscura i siti di libera espressione d’opinione e la cui moglie è andata in Europa (e non si sono sentite voci di protesta) a dire che la donna è inferiore, destinata a figliare e sottomessa all’uomo. E pertanto è giusto che le figlie femmine siano private dell’eredità in favore dei figli maschi. Tornando oggi in Turchia a distanza di dieci anni, anche solo a Istanbul (per non parlare della provincia profonda) si nota intolleranza crescente per il consumo anche modico di alcol, la progressiva islamizzazione di ogni ambito sociale il tutto volto a ritornare a dominare culturalmente i Paesi ritenuti vicini. Non quelli europei. Quelli del nord Africa e mediorientali. Di religione musulmana.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s