UK: sbagliano quegli imprenditori pro-Brexit

http://italians.corriere.it/2016/05/19/42361/

Oltre 300 imprenditori inglesi, come riportato dal “Telegraph” ( http://www.telegraph.co.uk/news/2016/05/15/eu-referendum-more-than-300-business-leaders-back-a-brexit/ ) in una lettera aperta sostengono la Brexit confutando le tesi dei favorevoli al “remain” circa i rischi di una uscita dall’Unione Europea. Le posizioni del quotidiano sono sempre state euroscettiche, e così anche quelle dei suoi lettori imprenditori. Non si tratta poi di imprenditori noti e influenti, ma appunto, essi accusano il fronte opposto di essere portavoce delle grandi aziende e della grande finanza. La lettera è molto asciutta: l’Europa genera solo burocrazia e vincoli, i paesi membri sono in declino economico e comprano sempre meno i prodotti UK, e la chiosa è molto chiara: “It is business – not government – which generates wealth for the Treasury and jobs for our communities”. Questa frase ricorda molto ciò che Ronald Reagan diceva circa il fatto che “lo Stato è il problema, non la soluzione”. Ma Reagan ha forse proposto l’uscita del Texas o della California dagli Stati Uniti o dal dollaro per risolvere i problemi dell’export americano di tecnologia che negli anni ’70 era stata stracciata dai giapponesi? Come la California ha negli anni ’90 ripreso la leadership tecnologica ormai è storia, e non opinabile. In queste settimane in Inghilterra si è sentito di tutto, compreso Boris Johnson che afferma che l’Italia ha perso l’industria automobilistica per colpa dell’UE. E’ vero il contrario: il gruppo FCA è diventato un player mondiale e mezzo nord Italia esporta in Germania tecnologia e componentistica automotive proprio ai tedeschi, al punto che l’export verso la Germania “made in Italy” sta superando quello tedesco verso il nostro paese. Ma per saperlo occorre documentarsi, studiare, analizzare, insomma tutte cose noiose e complesse meglio un bel no populista basato su paure e editoria di basso livello che vende pubblicità un tanto al click, questa volta quello dei Brexit.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s