La sostenibile leggerezza del credere

Ma quale green pass, quale Luca Morisi, quali elezioni amministrative, quale Recovery Plan: la notizia del giorno è che sull’Autostrada del Sole fra Magliano Sabina e Orte la Polstrada ha fermato un 15 enne romano che era diretto, a piedi, sulla A1 a Milano.

Pensate che si sia posto la domanda di quanti chilometri ci siano (quasi 600) del tempo (inteso come cronologico) che richiede, e di quello (inteso come meteorologico) da cui dipende la sua tenuta fisica, di dove dormire, di dove mangiare, lavarsi, riposare? No.

Certo noi appassionati di camminata lunga, sappiamo che 25-30 km e 5-6 massimo 8 ore sono già molte per una giornata, noi che proviamo come il sottoscritto a fare la Francigena (altri il Cammino di Compostela) a tratti sappiamo molte di queste cose, i trucchi i problemi delle scarpe, delle vesciche, del caldo, del freddo, e di mille altre possibilità, probabilità e imprevisti (non proprio come quelli del Monopoli) cani randagi, cinghiali inclusi. I pensieri che ci accompagnano per ore.

La notizia è che il 15 enne assente ingiustificato da scuola e un po’ incosciente (per il rischio di essere investito sulla corsia di emergenza dove camminava) è partito e ha detto: ci arriverò e per la via breve! Non è arrivato, d’accordo, ma non si è per nulla scoraggiato dell’impresa. Forse se a volte anche noi nel nostro pessimismo e scetticismo provassimo a credere in qualcosa, anche se poi non arrivassimo a nostra volta davvero a Milano, ma ci fermassimo a tra Magliano Sabina e Orte, molte cose le vedremmo con più leggerezza.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s